Intreccincantiere, premiati i vincitori della settima edizione

Intreccincantiere, premiati i vincitori della settima edizione

Stefano Avondo, Fabio Grandinetti Parise e Beniamino Mecca per l’interior design, Maria Manrique e Daniela Perdomo per la calzatura, Ilaria Strozzi per la gioielleria e Giovanni Matola per la pelletteria si sono aggiudicati il riconoscimento del contest di Manifattura di Domodossola

Sono quattro, per altrettante categorie, i vincitori della settima edizione di Intrecciincantire, fashion contest per giovani creativi delle scuole di moda italiane di Manifattura di Domodossola e del suo brand Athison (vedere MFF del 5 maggio), premiati nei giorni scorsi nello Spazio Lineapelle a Palazzo Gorani a Milano. Ad aggiudicarsi il riconoscimento, una targa e un compenso in denaro, sono stati Stefano AvondoFabio Grandinetti Parise e Beniamino Mecca (Acme, Novara) per l’interior design, Maria Manrique e Daniela Perdomo (Naba, Milano) per la calzatura, Ilaria Strozzi (Accademia di belle arti di Brera, Milano) per la gioielleria e Giovanni Matola (Iuad-Accademia della Moda, Napoli) per la pelletteria.

La premiazione si è aperta con il saluto di Giuseppe Polli, presidente di Manifattura di Domodossola, che ha lodato gli oltre ottanta partecipanti al concorso che, nonostante le distanze imposte dalla pandemia e l’impossibilità di toccare con mano gli intrecci, sono comunque riusciti a realizzare prototipi di valore. La cerimonia è proseguita con l’intervento di Fulvia Bacchi, direttore generale Unic, che ha ricordato come Lineapelle sia da sempre partner del concorso perché crede fermamente nelle iniziative che collegano il mondo del lavoro e le scuole. Madrina dell’evento da alcune edizioni, Lara Magoni, assessore al Turismo, marketing e moda di Regione Lombardia, che ha incoraggiato i giovani artigiani che grazie al loro estro hanno dato prova di grande creatività distinguendosi tra gli altri. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Domenico De Angelis, condirettore generale del Banco Bpm: “La creatività non si può esportare, i nostri ragazzi si trovano al posto giusto al momento giusto e Intreccincantiere è un’occasione da non perdere”.

Una particolare attenzione è stata dedicata all’accessorio che si è aggiudicato il premio pelletteria: la borsa, sviluppata dall’azienda in tre varianti colore, entrerà a far parte della collezione Athison e sarà presentata in anteprima il 29 ottobre. La borsa sarà anche acquistabile online sulla piattaforma Mirta.com, partner dell’iniziativa.

Insieme alla premiazione, ha avuto luogo anche la vendita benefica delle migliori creazioni realizzate nelle edizioni passate del concorso. I proventi delle vendite saranno interamente devoluti al progetto LEaTher’S work della cooperativa sociale Il Girasole di Firenze, da anni impegnata nella formazione e nell’inserimento lavorativo di persone con fragilità attraverso l’arte della lavorazione della pelle.

La prossima edizione di Intrecciincantiere prenderà il via a novembre. (riproduzione riservata)