L’intreccio scova nuovi talenti: chi ha vinto Intreccincantiere?

L’intreccio scova nuovi talenti: chi ha vinto Intreccincantiere?

L’arte dell’intreccio scova nuovi talenti. La settima edizione di Intreccincantiere, il fashion contest di Manifattura di Domodossola (e del suo brand Athison) annuncia i vincitori della sua ultima edizione, selezionati tra 80 studenti in gara, provenienti dalle più prestigiose fashion school internazionali. Dopo la scelta degli intrecci messi a disposizione gratuitamente dall’azienda, i giovani talenti hanno dovuto cimentarsi nella realizzazione di una creazione originale appartenente a una delle quattro categorie in gara: pelletteria, calzatura, gioielleria e interior design.

L’arte dell’intreccio scova nuovi talenti

Per l’interior design, con il progetto della seduta Drapery Chair, ha vinto il gruppo di studenti di ACME Novara composto da Stefano Avondo, Fabio Grandinetti Parise e Beniamino Mecca. Per la calzatura primo premio a due studentesse di NABA MilanoMaria Manrique e Daniela Perdomo. Hanno vinto con una sneaker ispirata alla loro terra natale: la Colombia. Ilaria Strozzi dell’Accademia di Belle Arti di Brera si è aggiudicata il premio per la gioielleria realizzando una collana con dettagli in cuoio.

La grande novità

La grande novità della settima edizione di Intreccincantiere riguarda il premio per il migliore progetto di pelletteria. Il prototipo vincente andrà direttamente in produzione, entrando a tutti gli effetti a far parte della prossima collezione di borse Athison. Non solo. Grazie alla collaborazione con il portale mirta.com, il modello vincente entrerà anche nell’offerta dei prodotti Athison già presenti sulla piattaforma e-commerce. Ad avere questa opportunità sarà Giovanni Matola, studente di IUAD – Accademia della Moda di Napoli che ha vinto con una borsa da polso in stile animalier.

La giura

Le opere in concorso sono state oggetto di una mostra temporanea, durata 3 giorni, che ha avuto luogo a fine maggio presso Spazio Lineapelle, nel cuore della città di Milano dove si è svolta anche la votazione da parte di una giuria di esperti. Era composta da Chiara Bottoni (MF Fashion), e Paola Bulbarelli (Il Foglio e LA VERITÀ). Insieme a loro hanno votato Tommaso Cancellara (Assocalzaturifici), Martina Capriotti (mirta.com), Danny D’Alessandro (Assopellettieri), Stefano De Pascale (Federorafi), Giulia Garbi (conduttrice televisiva), Fabiana Giacomotti (docente di Scienze della Moda) e Eiko Koga (CEO Mitsubishi Italia).