MANIFATTURA DI DOMODOSSOLA, INTRECCINCANTIERE: I VINCITORI DELLA SETTIMA EDIZIONE

MANIFATTURA DI DOMODOSSOLA, INTRECCINCANTIERE: I VINCITORI DELLA SETTIMA EDIZIONE

Giovanni Matola_pelletteria

Intreccincantiere, il fashion contest di Manifattura di Domodossola e del suo brand Athison, giunge alle battute finali e annuncia i vincitori su instagram. Il percorso per gli ottanta studenti in gara provenienti dalle più prestigiose fashion school internazionali è stato lungo e impegnativo, complice la distanza imposta dall’emergenza Covid. Dopo la scelta degli intrecci messi a disposizione gratuitamente dall’azienda, i giovani talenti hanno dovuto cimentarsi nella realizzazione di una creazione originale appartenente a una delle quattro categorie in gara (pelletteria, calzatura, gioielleria e interior design).

 

La mostra temporanea, durata tre giorni, ha avuto luogo a fine maggio presso “Spazio Lineapelle” nel cuore della città di Milano godendo di grande risonanza mediatica e visibilità. In quell’occasione i componenti della giura hanno avuto modo di visionare attentamente tutti i prototipi. La giuria della settima edizione del concorso era composta da: Chiara Bottoni (giornalista caposervizio di MF Fashion), Paola Bulbarelli (giornalista di moda de Il Foglio e LA VERITA’), Tommaso Cancellara (Direttore Generale Assocalzaturifici

Italiani e Amministratore Delegato MICAM), Martina Capriotti (co-founder di mirta.com), Danny

D’Alessandro (Direttore Generale Assopellettieri e Direttore Mipel), Stefano De Pascale (Direttore Generale FEDERORAFI), Giulia Garbi (agente immobiliare e conduttrice Tv), Fabiana Giacomotti (giornalista e docente di Scienze della Moda presso l’università La Sapienza) e Eiko Koga (Presidente e Ceo Mitsubishi Italia).

 
 

Il premio interior design, con la realizzazione del progetto della seduta “Drapery Chair”, se lo è aggiudicato il gruppo di studenti dell’ACME di Novara composto da Stefano Avondo, Fabio Grandinetti Parise e Beniamino Mecca. Per la calzatura si sono distinte invece due studentesse della NABA di Milano Maria Manrique e Daniela Perdomo con delle sneakers ispirate alla loro terra natale, la Colombia. Ilaria Strozzi dell’Accademia di Belle Arti di Brera si è invece aggiudicata il premio gioielleria realizzando una collana con dettagli in cuoio.

Stefano Avondo, Fabio Grandinetti Parise e Beniamino Mecca_ vincitori interior design

 


Maria Manrique e Daniela Perdomo_vincitrici Calzatura

 

Ilaria Strozzi_vincitrice Gioielleria

 

 La grande novità della settima edizione di Intreccincantiere riguardava il premio pelletteria: il prototipo vincente verrà, infatti, messo direttamente in produzione da Manifattura di Domodossola entrando a tutti gli effetti a far parte della prossima collezione di borse Athison. Grazie alla collaborazione Mirta.com, il noto e-commerce di riferimento per i migliori artigiani del lusso Made in Italy, l’accessorio sarà aggiunto ai prodotti del brand già presenti sulla loro piattaforma digitale. Ad ottenere questa rilevante opportunità sarà Giovanni Matola, studente di IUAD – Accademia della Moda di Napoli che con la sua borsa da polso in stile animalier ha trovato il favore dei giurati e ci auguriamo prossimamente anche del grande pubblico.

 

Giovanni Matola_vincitore pelletteria

 

Giovanni Matola_pelletteria

 

In attesa della prossima edizione del concorso con la pubblicazione del nuovo bando in autunno, l’appuntamento è per settembre con la premiazione ufficiale dei vincitori e la consegna delle targhe di merito.

Testo e foto a cura Ufficio Stampa Manifattura di Domodossola – Dott.ssa Giulia Battistini